sabato 17 agosto 2013

“Chef” di Daniel Cohen: l’infallibile ricetta di un successo internazionale.


Jacky Bonnot (Michaël Youn) è un giovane cuoco la cui passione per la buona cucina lo porta a prestare un’attenzione quasi maniacale ai piatti da lui preparati per i vari bistrot di Parigi, dai quali, proprio per questo motivo, viene puntualmente licenziato.
Poiché la sua compagna sta per dare alla luce un bambino, e dovendo quindi garantire un futuro alla sua famiglia, Jacky decide di accettare un posto di imbianchino presso una casa di riposo, senza però poter fare a meno di dispensare i suoi consigli anche ai cuochi di quella struttura;  ed è proprio all’interno di quella residenza per anziani che Jacky ha l’occasione di farsi notare da Alexandre Lagarde (Jean Reno): il famosissimo chef francese di cui lui è un grandissimo ammiratore.
In profonda crisi di ispirazione, l’uomo rischia di essere licenziato dal proprietario del ristorante presso cui lavora e, proprio per evitare che ciò accada, decide di chiedere aiuto a Jacky.
Grazie alla preziosa collaborazione del giovane cuoco, e dopo una serie di divertenti peripezie, alla fine Alexandre riuscirà ad avere la meglio sul proprio datore di lavoro ma, soprattutto, lancerà Jacky nel firmamento dei grandi chef.


Inserendosi nel già ben collaudato filone della cinematografia culinaria, lo scorso anno Daniel Cohen ha realizzato per il grande schermo una gradevole commedia che ha il merito di divertire lo spettatore con estremo garbo e semplicità.
La sceneggiatura di “Chef”, sebbene non particolarmente elaborata, ha in effetti il pregio di poggiare su valori universalmente riconosciuti come l’amicizia, l’amore e la famiglia, che da sempre riescono a fare presa sul grande pubblico.
Se poi aggiungiamo anche il fortunato connubio che si è creato sullo schermo tra un mostro sacro del cinema francese come Jean Reno e il ben più giovane Michaël Youn ( attore molto noto in Francia), arriviamo facilmente a comprendere il meritato successo internazionale di questa pellicola.
“Chef”, oltre a divertire lo spettatore con le simpatiche gag inscenate dai due protagonisti, ne allieta la vista con la preparazione di alcuni dei più elaborati piatti della nouvelle cuisine, presentati sullo sfondo di eleganti locations.
Le gradevoli melodie della colonna sonora composta dal grande Nicola Piovano, oltre a conferire un innegabile valore aggiunto alla pellicola di Cohen, riescono a sottolineare con eleganza e leggerezza la diffusa atmosfera di buoni sentimenti che percepiamo durante la sua visione.



Titolo: Chef ( Comme un chef )
Regia: Daniel Cohen
Interpreti: Jean Reno, Michaël Youn, Raphaëlle Agogué, Julien Boisselier, Salomé Stévenin. 
Nazionalità: Francia, Spagna                  
Anno: 2012


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...