mercoledì 27 maggio 2015

Cookie policy


In ottemperanza alla direttiva del Garante della Privacy vogliamo informarvi che:
Il Garante della Privacy, con il Provvedimento per la protezione dei dati personali n.229/2014, ha creato una direttiva a livello europeo che impone agli amministratori dei siti web/blog di spiegare e informare i visitatori su quale sia la politica dei cookie del sito web che stanno visitando, e di richiedere l'accettazione proseguendo nella navigazione.
Utilizzando il presente blog, dichiari di essere d’accordo con l’elaborazione dei tuoi dati da parte di Google, ottenuti nel modo e per lo scopo indicati.

“Cartoline dalla Francia ( cinema francese e dintorni… )” utilizza la piattaforma Blogger che appartiene al gruppo Google, e come da legge sono presenti l'informativa generica e una più specifica sull'utilizzo dei cookie su questo sito.

INFO: Che cosa sono i cookie?

Un cookie è una piccola stringa di testo che un sito registra sul browser, e che serve per memorizzare informazioni specifiche sugli utenti. Questi cookie vengono utilizzati da un sito per ricordare l'utente e ottimizzare la navigazione sui siti già visitati in precedenza. Inoltre vengono anche usati per compilare statistiche anonime aggregate che consentono di capire come le persone usano i siti e per aiutare a migliorare la struttura ed i contenuti. Pur ricevendo tali informazioni i cookie non permettono l'identificazione individuale dell'utente.

Ci sono diversi tipi di Cookie:
-Indispensabili: utili per la navigazione nel sito web.
-Tecnici: sono quelli utilizzati al solo fine di “effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell’informazione esplicitamente richiesto dall’abbonato o dall’utente a erogare tale servizio” (cfr. art. 122, comma 1 del Codice).
Tali cookie possono essere suddivisi in: cookie di navigazione o di sessione, cookie analytics, cookie di funzionalità.
Per l’installazione dei cookie di navigazione o di sessione e di funzionalità non è richiesto il preventivo consenso degli utenti.
Per quanto riguarda invece i cookie analytics si evidenzia che non necessitano di consenso solo se di natura statistica e utilizzati all’interno del sito del gestore.
- Profilazione: "sono volti a creare profili relativi all’utente e vengono utilizzati al fine di inviare messaggi pubblicitari in linea con le preferenze manifestate dallo stesso nell’ambito della navigazione in rete. In ragione della particolare invasività che tali dispositivi possono avere nell’ambito della sfera privata degli utenti, la normativa europea e italiana prevede che l’utente debba essere adeguatamente informato sull’uso degli stessi ed esprimere così il proprio valido consenso”.
Per l'installazione dei cookie tecnici non è richiesto alcun tipo di consenso, mentre i cookie di profilazione possono essere installati dall'utente previa accettazione delle condizioni generali e dopo essere stato informato.
Infatti, il Garante per la Privacy ha stabilito che nel momento in cui l'utente accede a un sito web deve comparire un banner, o come qui sul blogger una stringa in alto, con una breve informativa (estendibile attraverso un link) e la richiesta del consenso.
L’utente può bloccare o limitare la ricezione di cookies attraverso le opzioni del proprio browser.
Su Internet Explorer, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni Internet”. Infine accedere alle impostazioni della scheda “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.
Su Firefox, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni”. Infine accedere alle impostazioni della voce “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.
Su Chrome, digitare “chrome://settings/content” nella barra degli indirizzi (senza virgolette) e modificare le impostazioni relative ai cookies come si desidera.
Su Safari, selezionare la voce “Preferenze” e poi scegliere “Privacy”. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.
Se si usa Safari su dispositivi portatili, come iPhone e iPad, è necessario invece agire in questo modo: andare sulla voce “impostazioni” del dispositivo e in seguito trovare “Safari” sul menù di sinistra. Da qui, alla voce “Privacy e sicurezza”, sarà possibile gestire le opzioni sui Cookie.
Per disabilitare i cookie di servizi esterni è necessario agire sulle loro impostazioni:
Quali cookie utilizza questo blog?
Questo blog utilizza cookie "tecnici", di "profilazione" normalmente presenti in tutti i siti e, attraverso i widget presenti nelle diverse barre, hanno accesso server di terze parti.
In particolare sono presenti file di log che registrano la cronologia delle operazioni insieme a indirizzi IP, tipo di browser, Internet Service Provider, data, ora, pagina di ingresso e uscita e il numero di clic. Tutto questo per amministrare il sito, monitorare il movimento dell’utente dentro il sito e raccogliere dati demografici, indirizzi IP e altre informazioni. 
Tali dati non sono riconducibili in alcun modo all’identità dell’utente.
Il sito e il suo amministratore non hanno alcun controllo sui cookie che vengono utilizzati da terze parti quindi per approfondire il tema si consiglia di consultare le politiche della privacy di queste terze parti. È possibile disabilitare i cookie direttamente dal proprio browser.
Su questo blog hanno accesso i seguenti server di terze parti:
Modulo dei commenti
La piattaforma di Blogger permette di commentare solo ad utenti iscritti su siti di terzi, a seconda del quale state utilizzando vi invitiamo a leggere le loro rispettive privacy policy:
- AIM
- LiveJournal
- Typepad
- Wordpress


lunedì 25 maggio 2015

“Attrici” di Valeria Bruni Tedeschi: un divertente spaccato del variegato universo femminile.


Giunta all’età di quarant’anni senza un compagno e dei figli, Marcelline ( Valeria Bruni Tedeschi ) è un’attrice che vive costantemente un senso di inadeguatezza nei confronti di se stessa e del mondo che la circonda.
La possibilità di riscattarsi sembra giungerle finalmente con la sua interpretazione di Natalia Petrovna in “Un mese in campagna“, dello scrittore russo Ivan Turgenev, in corso di allestimento al Théȃtre des Amandiers di Parigi.
Però, a causa del suo profondo disagio personale, Marcelline si rivelerà ben presto  incapace di gestire il rapporto professionale con il regista Denis ( Mathieu Amalric ) e gli altri membri della troupe, finendo così per sprecare l’ennesima occasione utile per dare una svolta definitiva alla propria vita…


Dopo “E’ più facile per un cammello…”, Valeria Bruni Tedeschi torna a dirigere se stessa in una pellicola che mette a nudo insicurezze, nevrosi e contraddizioni di una quarantenne non ancora professionalmente affermata, e con la spiacevole consapevolezza che per lei, in assenza di un uomo al suo fianco, le probabilità di dare alla luce un figlio si assottigliano con l’inesorabile scorrere del tempo.
Indubbiamente, a renderla ancora più psicologicamente instabile contribuisce poi il  conflittuale rapporto da lei intrattenuto con la madre ( personaggio bizzarro e alquanto ingombrante, interpretato da una divertentissima Marisa Borini - madre della Bruni Tedeschi anche nella vita reale ); la quale, rispetto alla figlia e nonostante la non più giovane età, riesce ancora a mantenere un approccio decisamente meno complicato nei confronti dell’altro sesso.
A Marcelline, comunque, i corteggiatori non mancano; il problema, però, sta semplicemente nel fatto che, proprio a causa della sua estrema fragilità emotiva, tutte le sue relazioni sentimentali sono purtroppo destinate ad avere vita breve.
La sua presenza in teatro non passa ovviamente inosservata neppure tra i membri della sua troupe, dando nel contempo vita ad un’escalation di situazioni decisamente esilaranti, che a tratti rasentano perfino il grottesco.
In effetti, sembra proprio che Marcelline abbia un talento naturale nell’attirare à sé gli uomini sbagliati, allontanando al tempo stesso coloro nei confronti dei quali crede invece di provare un certo interesse; come del resto avviene con Eric, il giovane collega interpretato dal tenebroso Louis Garrel.
Oltre ad essere un divertente e riuscito spaccato del variegato universo femminile, “Attrici” è indubbiamente un omaggio al mondo del teatro e ai suoi protagonisti, le cui vicende personali finiscono spesso per intrecciarsi con quelle dei personaggi a cui danno vita sul palcoscenico; una pellicola che, come confermato anche dal successivo “Un castello in Italia”, denota l’indiscutibile talento di una grande artista italiana.   


Titolo: Attrici ( Actrices )
Regia: Valeria Bruni Tedeschi
Interpreti: Valeria Bruni Tedeschi, Louis Garrel, Noémie Lvovsky, Mathieu Amalric
Nazionalità: Francia
Anno: 2007



venerdì 1 maggio 2015

“Yves Saint Laurent” di Jalil Lespert: un interessante ritratto di uno dei più innovativi stilisti del ventesimo secolo.


Yves ( Pierre Niney ) ha solo 21 anni, quando nel 1957, a seguito della morte di Christian Dior, si ritrova alla guida dell’omonima casa di moda francese.
Grazie alla sua prima collezione, lo stilista di origini algerine incontra, oltre ad un incredibile successo di pubblico, Pierre Bergé ( Guillaume Gallienne ): colui che poco dopo diviene non solo il suo manager, ma anche e soprattutto il compagno di vita.
Poco dopo essere stato richiamato alle armi per partecipare alla guerra d’indipendenza algerina, Yves subisce un forte esaurimento nervoso, in conseguenza del quale viene ricoverato in un ospedale militare.
Appoggiato da Pierre, una volta dimesso il giovane cita quindi in giudizio per mancato rispetto dei termini contrattuali la maison Dior, dalla quale nel frattempo era stato licenziato; e con il denaro ottenuto a titolo di risarcimento, i due fondano la Yves Saint Laurent, segnando così l’inizio di una lunghissima stagione di successi internazionali…


Con “Yves Saint Laurent” l’attore e regista Jalil Lespert firma un interessante ritratto di uno dei più innovativi stilisti del ventesimo secolo.
Pur ripercorrendo alcune delle più significative tappe della sua fortunata carriera professionale, iniziata alla fine degli anni cinquanta e proseguita poi per oltre quattro decenni, il biopic di Lespert si concentra in particolare sulla lunga ma contrastata relazione tra lo stilista e il compagno Pierre Bergé, all’interno della quale non sono mancati tradimenti e  rivalità; come nel caso di Victoire: l’affascinante modella ( interpretata dalla bellissima Charlotte Le Bon ) che fu alla base di uno dei più feroci scontri tra i due uomini, e che precedentemente era stata la musa ispiratrice di Christian Dior.
Oltre a celebrare Yves Saint Laurent in qualità di artista dotato di un’incredibile immaginazione e forza espressiva, la pellicola tenta di tratteggiarne un profilo più privato, evidenziandone così la notevole fragilità emotiva.
Per dare vita sullo schermo all’indimenticato stilista, Jalil Lespert si è avvalso di un intenso Pierre Niney che, proprio per questa sua impressionante interpretazione, è stato premiato come  miglior attore ai Césars 2015; ad affiancarlo nel ruolo di Pierre Bergé troviamo poi il bravissimo Guillaume Gallienne: anche lui, come Niney, attore proveniente dalla Comédie Française.
Una menzione speciale spetta infine agli elegantissimi costumi nonché alle accurate scenografie, che durante l’intera visione della pellicola offrono allo spettatore un affascinante spaccato della storia della moda francese.


Titolo: Yves Saint Laurent ( Yves Saint Laurent )
Regia: Jalil Lespert
Interpreti: Pierre Niney, Guillaume Gallienne, Charlotte Le Bon
Nazionalità: USA
Anno: 2014






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...